20/05/17

Simone Carta su Versante Ripido


Eterogenea, sfaccettata, sprezzante, sincera per non dire intimamente ‘di parola facile’, una generazione di giovani poeti ‘adulti’, una generazione “adulta” della nostra scrittura letteraria, oggi, sembra essere sbilanciata in direzione della produzione maschile. Probabilmente una famiglia problematica e moderna genera (salvo rari casi) un dialogo mancato, un dialogo che viene cercato altrove, negli interlocutori esterni, interrompendo così quel dialogo generazionale che fonda qualsiasi tradizione letteraria. Ma non so quanto tutto questo vale per il poeta che vorrei presentarvi oggi. Anzi, probabilmente, non c’entra niente, è soltanto una piccola farneticazione e deduzione sulla poesia giovanile...

Per leggere tutto vai su:

Nessun commento:

Posta un commento